Scintigrafia: ossea, tiroidea, miocardica e renale

La scintigrafia è un particolare esame di medicina nucleare che viene utilizzato per fare indagini approfondite sul cuore, sul polmone o sulla tiroide, ma anche in altri casi come ad esempio per il rilevamento delle metastasi tumorali. L’esame, come tutti gli esami che prevedono un’esposizione del paziente a radiazioni ionizzanti, presenta molte controindicazioni e deve essere attentamente valutata la condizione patologica del paziente prima di effettuarlo. Infatti ci sono degli stati particolari, come le donne in gravidanza, dove l’uso della scintigrafia è assolutamente controindicato.

Essendo un esame molto utilizzato, ma allo stesso tempo molto delicato, abbiamo deciso di far nascere questo portale per mettere in evidenza le precauzioni da prendere e capire quali sono le reali controindicazioni. Le sezioni saranno dedicate alla: scintigrafia ossea, trifascia ed alla prostata; alla scintigrafia tiroidea e paratiroidea; alla scintigrafia miocardica, incentrata a capire se il cuore presenta, dopo aver effettuato la visita cardiologica, problemi atti a sconsigliare l’esame; alla scintigrafia renale sequenziale; ed infine una sezione di approfondimento sulla scintigrafia polmonare, total body, cerebrale, coronarica, alle ghiandole salivari e tanto altro.

Buona lettura.