Tags:

Cardio-TC quando si esegue

Comment

Approfondimenti

Cardio-TC quando si esegue

I pazienti con sospetta malattia coronarica possono essere valutati mediante la Cardio-TC (Tomografia Computerizzata Coronarica – Angio TC delle coronarie), un esame che andrebbe eseguito per escludere la presenza di malattia delle coronarie nel caso in cui si evidenzi una disuguaglianza tra il tipo di dolore che il paziente lamenta ed il risultato degli esami diagnostici eseguiti in precedenza (come ad esempio test da sforzo, eco stress). Questo esame viene inoltre raccomandato in caso di familiarità del paziente per malattia coronarica con lo scopo di effettuare un’accurata diagnosi escludendo altre patologie, questo perché questa metodica diagnostica permette di ottenere una scrupolosa valutazione dell’albero coronarico evitando di ricorrere ad analisi troppo invasive. Rispetto alla coronarografia, che si esegue attraverso un accesso arterioso che favorisce il posizionamento di un catetere in aorta fino a raggiungere l’origine delle coronarie, la Cardio-TC può essere eseguita in tempi più rapidi, senza rischi ed invasività: è possibile acquisire il volume cardiaco a strato sottile durante una sola apnea inspiratoria; si può effettuare tale esame tramite sincronizzazione con il tracciato ECG per ridurre la dose di radiazioni consentendo inoltre la ricostruzione dei dati ottenuti nella stessa fase del ciclo cardiaco scongiurando dati falsati. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura di: http://www.quotidianosanita.it/scienza-e-farmaci/articolo.php?articolo_id=75246.

Pubblicità

Le potenzialità offerte da questo esame

Cardio-TC

Cardio-TC

Dagli studi condotti per verificare le potenzialità di questo genere di esame è emerso che la Cardio-TC è molto accurata per le scelte cliniche se i pazienti presentano una probabilità tra il 7% e il 67% di essere affetti da una malattia coronarica. In base a quanto indicato dalle linee guida in campo medico si può ricorrere alla Cardio-TC qualora il dolore toracico sia stabile nei pazienti con angina pectoris o nel caso in cui i pazienti abbiano una probabilità del 15-50% di essere colpiti da una malattia coronarica. Dal punto di vista diagnostico questo esame tomografico rappresenta un’alternativa investigativa non invasiva all’angiografia coronarica invasiva e permette inoltre di poter effettuare una diagnosi differenziale in grado di escludere la cardiopatia coronarica. Di solito, se la visita cardiologica e gli altri esami dimostrano che sussiste un’alta probabilità di malattia coronarica, la Cardio-TC andrebbe evitata facendo ricorso invece ad una coronarografia che consente di trattare le coronarie in sede di esame e porre risoluzione alla problematica.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.