Dosaggio dell’ACTH quali dati fornisce

Comment

Altri articoli

Dosaggio dell’ACTH quali dati fornisce

Un ormone polipeptidico come l’ACTH viene prodotto dall’adenoipofisi, ghiandola situata accanto al cervello, ed il suo compito è quello di stimolare la corticale surrenalica per favorire la produzione di glicocorticoidi, inoltre espleta un lieve incremento nella produzione di mineralcorticoidi. La produzione di questo ormone raggiunge un picco nel corso delle prime ore della giornata mentre si registra un suo decremento nel corso della giornata fino ad arrivare al minimo di produzione durante la sera. Nello specifico la produzione di ACTH segue un ritmo circadiano che si caratterizza per un andamento simile a quello del cortisolo, questo perché tra i due ormoni  si crea un feed-back che consente di mantenere normali i livelli di secrezione ormonale; quando viene prodotto ACTH si stimola la zona corticale della ghiandola surrenale, che in risposta produce il cortisolo ed altri ormoni: sei livelli di cortisolo aumentano, i livelli di ACTH diminuiscono mentre quando i livelli di cortisolo diminuiscono, i livelli di ACTH si alzano. L’ormone viene spesso prodotto in risposta ad uno stress e la sua funzione è quella di aumentare la produzione di cortisolo, in quanto questo secondo ormone di natura steroidea è fondamentale per assolvere ai seguenti compiti: regolazione del metabolismo del glucosio; regolazione delle proteine e dei lipidi; soppressione della risposta immunitaria; controllo della pressione arteriosa. Altre notizie su http://www.valorinormali.com/sangue/acth/.

Pubblicità

Livelli di secrezione ormonale

ACTH

ACTH

Il dosaggio dell’ACTH è un esame utile per ottenere dei dati importanti su eventuali problemi di ipofisi o ghiandole surrenali, che possono far aumentare o diminuire la concentrazione di ormoni che viene prodotta dalle ghiandole causando alterazioni sul processo di regolazione; questo esame permette di formulare una corretta diagnosi differenziale tra le forme ipofisarie e quelle surrenaliche sia dell’iper che dell’ipocortisolismo. In caso di iperincrezione di ACTH in presenza di alti livelli di cortisolo si deve approfondire il quadro clinico visto che si potrebbe trattare di adenoma ipofisario o di adenoma extraipofisaio producente ACTH (polmone); se si registrano bassi livelli di cortisolo il soggetto potrebbe risentire di una patologia periferica a causa di un problema a carico del surrene che non è in grado di produrre cortisolo, in caso di bassi livelli di ACTH e bassi livelli di cortisolo si registra un deficit ipofisario di produzione, se si verifica una bassa produzione di ACTH in associazione ad alti livelli di cortisolo allora questi dati potrebbero indicare una condizione di ipercortisolismo surrenalico oppure iatrogeno.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.