GASMAS: un’innovativa tecnologia diagnostica

Comment

Altri articoli

GASMAS: un’innovativa tecnologia diagnostica

Un’innovativa tecnologia diagnostica è stata sviluppata per favorire una più efficace identificazione della sinusite e delle sue cause, si tratta della GASMAS (gas in scattering media absorption spectroscopy, spettroscopia di assorbimento di gas in mezzi a dispersione), realizzata da GPX Medical AB, azienda specializzata nello sviluppo di tecnologia medica. I ricercatori UE hanno così progettato e testato una tecnologia non invasiva per avere accesso diretto in maniera agevole agli organi respiratori quali i polmoni, le cavità ed seni paranasali dei distretti anatomici di non facile accessibilità. L’indagine permette di determinare la concentrazione di gas eseguendo una spettroscopia laser non invasiva in aree dove si accumula aria, questa misurazione del volume dei gas si dimostra un valido ausilio per la diagnosi di sinusite più efficace della TC di riferimento. Questa tecnologia non invasiva si basa su metodi spettroscopici che sono stati messi a punto dagli scienziati dell’Università di Lund, in Svezia, nello specifico sfrutta la trasmissione di luce laser a bassa intensità con il sensore collocato sulla superficie dell’oggetto, rendendo possibile la valutazione della concentrazione di gas in cavità del corpo. Questa tecnica laser spettroscopica si dimostra sicura per gli occhi e richiede poco tempo di esecuzione garantendo un risultato veloce. Per altre informazioni si rimanda alla lettura di: https://cordis.europa.eu/result/rcn/241038_it.html.

Pubblicità

I vantaggi della tecnologia diagnostica

GASMAS

GASMAS

La metodologia GASMAS permette di indagare problemi e patologie a carico dei seni paranasali e degli organi respiratori frequentemente interessati da focus infettivi che vengono trattati indiscriminatamente con prescrizioni antibiotiche. I vantaggi di questo test diagnostico sono molteplici sia dal punto di vista diagnostico che clinico, visto che grazie al GASMAS è possibile ottenere delle informazioni sulle dimensioni della cavità dei seni paranasali aperti o pieni di aria, inoltre è possibile misurare la concentrazione di ossigeno nella cavità ovvero lo stato di ventilazione; attraverso questa più attendibile diagnosi si può migliorare la cura, riducendo le inutili prescrizioni di terapia antibiotica.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.