Imaging molecolare come si esegue

Comment

Approfondimenti

Imaging molecolare come si esegue

Tra le più moderne metodiche di investigazione l’imaging molecolare (IM) permette di visualizzare a livello cellulare e molecolare i processi biologici che si verificano nel corpo umano, offrendo la rappresentazione e la quantificazione visiva dei processi biologici a livello cellulare e subcellulare. Questa tecnica di imaging è nata dalla sinergia di discipline diverse quali: la biologia cellulare e molecolare, la diagnostica per immagini, la genetica, la farmacologia, la fisica medica, la biomatematica, la bioinformatica; sfruttando questo insieme di conoscenze sono state messe a punto delle procedure di imaging molecolare utili per diagnosticare malattie cerebrali, formazioni tumorali, patologie di tipo osseo, problemi tiroidei, disturbi gastrointestinali, malattie cardiache, malattie a livello renale, disturbi polmonari. Questa tecnica di imaging fornisce la possibilità di identificare condizioni patologiche in fase iniziale, anticipando i risultati offerti dalla TAC o dalla RMI, questo perché l’attività biochimica delle cellule cambia nel contesto di una malattia: quando la malattia progredisce emergono le prime anomalie che causano modifiche delle ossa e del tessuto non facili da visualizzare con una TAC oppure con una RMI. L’imaging molecolare impiega sonde molecolari specifiche come fonte di contrasto per originare immagini, in questo modo si possono studiare i processi biologici fisiologici e diagnosticare prontamente le patologie ad uno stadio iniziale o quando queste sono a livello potenziale offrendo un metodo di screening fenotipico. Ulteriori informazioni su http://www.radiazionimediche.it/tipi-di-imaging-medicale/imaging-molecolare/.

Pubblicità

Come si esegue questo esame

Imaging molecolare

Imaging molecolare

Alcune procedure di imaging molecolare adoperano un dispositivo di imaging PET o SPECT, ma la quantità di radiazioni ionizzanti necessarie è limitata: si utilizza una piccola dose di radiofarmaco che viene iniettata per via endovenosa prima di sottoporre ad esame il paziente. Vengono utilizzati diversi tipi di radiofarmaco in base al distretto anatomico da indagare i quali hanno la capacità di accumularsi nel distretto anatomico che si vuole esaminare o sono assorbiti da cellule specifiche. La fissazione del radiofarmaco nel corpo viene misurata dal dispositivo di imaging, che mostra la mappa della distribuzione nel corpo in base al funzionamento degli organi e dei tessuti. L’esame di imaging molecolare consente di studiare i fenomeni biologici fisiopatologici in modo dinamico visto che si può seguire l’evoluzione; attraverso quest’analisi è possibile valutare un fenomeno molecolare come l’espressione genica servendosi di interazioni e regolazioni molecolari sistemiche.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.