Impiego di nanotecnologie nel campo diagnostico

Comment

Approfondimenti

Impiego di nanotecnologie nel campo diagnostico

I nuovi approcci metodologici che permettono di controllare e manipolare la materia a livello atomico e molecolare su una scala dimensionale inferiore al micrometro hanno portato allo sviluppo non solo della nanomedicina ma anche dell’impiego di nanotecnologie nel campo diagnostico. La moderna applicazione delle nanotecnologie in campo medico è oggetto di continue ricerche e studi che mirano ad identificare e trattare danni e malattie del corpo; in particolare le nanotecnologie hanno apportato dei cambiamenti nella diagnosi, nel trattamento e nella prevenzione dei tumori. Per la diagnosi di alcune condizioni patologiche si è registrata la sperimentazione di nuove modalità investigative, nello specifico le nanotecnologie hanno trovato applicazione nell’ambito cardiovascolare, per controllare quadri patologici quali la malattia aterosclerotica coronarica e l’infarto miocardico acuto. Le patologie cardiovascolari negli ultimi anni sono state investigate con nuovi e più potenti marcatori proteici e genetici, ma l’uso di biomarcatori per formulare la diagnosi e predizione del rischio vascolare necessita di alcuni sistemi diagnostici innovativi che permettono di offrire dei risultati più rapidi e sicuri. In ambito diagnostico si stanno sperimentando nuove strade sperimentali con lo scopo di ricercare nuovi marcatori proteici per la diagnosi di malattie cardiovascolari e lo sviluppo di nanoparticelle-anticorpi polimerici per la loro identificazione, grazie infatti all’identificazione dei polimorfismi di singolo nucleotide (SNP) causativi sarà possibile aumentare la predittività del rischio cardiovascolare. Per altre informazioni si rimanda alla lettura di: http://www.meteoweb.eu/2015/12/nanotecnologie-e-medicina-la-nuova-frontiera-per-la-cura-delle-malattie/591807/.

Pubblicità

Diagnosi e prevenzione dei tumori

impiego di nanotecnologie nel campo diagnostico

impiego di nanotecnologie nel campo diagnostico

Tra le altre applicazioni delle nanotecnologie nel campo diagnostico bisogna segnalare lo sviluppo di alcune nanoparticelle capaci di legarsi dapprima alle cellule tumorali e così favorire il rilascio di biomarcatori; i ricercatori che hanno sperimentato questo approccio hanno come obiettivo finale quello di realizzare delle nanoparticelle in grado di trasportare i biomarcatori, quando questi vengono poi liberati si produce un’alta concentrazione che permette di identificare e localizzare la condizione patologica.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.