• Pubblicità
  • Scintigrafia cerebrale recettoriale come si esegue

    Scintigrafia cerebrale: i traccianti usati Quando il medico sospetta la presenza nel paziente di eventuali neoplasie può orientare il soggetto a sottoporsi ad un esame di imaging che consiste nella scintigrafia cerebrale, una metodica che viene usata anche per ricercare ascessi e lesioni che interessano la regione cerebrale. Per osservare l’attività dell’organo bersaglio vengono utilizzati […]
    Continua..
  • Scintigrafia al cuore: angiocardioscintigrafia all’equilibrio

    Scintigrafia al cuore: come vengono valutate le funzioni ventricolari Con l’esame diagnostico della scintigrafia al cuore si possono preventivamente individuare eventuali anomalie nella fase di perfusione del miocardio sotto stress ed a riposo. Tra le varie modalità di scintigrafia miocardica che si eseguono nei laboratori di medicina nucleare bisogna anche menzionare la cosiddetta angiocardioscintigrafia all’equilibrio una procedura […]
    Continua..
  • Scintigrafia total body segmentaria polibasica

    Scintigrafia total body come si esegue Per visualizzare nella sua completezza l’apparato scheletrico si esegue una scintigrafia totale corporea detta anche total body che attraverso la raccolta di immagini permette di rilevare lesioni o danni a livello scheletrico, per ottenere dei dati relativi invece ad uno specifico segmento scheletrico si effettua la scintigrafia distrettuale. Dopo aver […]
    Continua..
  • Scintigrafia polmonare: la ventilazione polmonare

    Scintigrafia polmonare e distribuzione regionale del tracciante Attraverso l’acquisizione di immagini caratterizzate da variazioni cromatiche proporzionali alla quantità di radiofarmaco utilizzato nel corso della scintigrafia polmonare vengono rilevati dei dati che visivamente mostrano come avviene la distribuzione regionale del tracciante che si immette direttamente nel flusso ematico nella regione polmonare. Il radiofarmaco iniettato nel corso […]
    Continua..
  • Scintigrafia renale sequenziale: le fasi di raccolta delle immagini

    Scintigrafia renale sequenziale Tra le procedure di medicina nucleare che permettono di valutare la funzionalità dell’organo bersaglio ed il deflusso urinario si fa riferimento alla scintigrafia renale sequenziale che si serve delle proprietà dei radiofarmaci utilizzati nel corso dell’esame diagnostico: questi traccianti dopo essere captati dai reni vengono successivamente eliminati in modo proporzionale alla stessa […]
    Continua..
  • Scintigrafia renale: quali notizie offre

    Scintigrafia renale: il tracciante adoperato Per valutare lo stato di salute dei reni viene eseguita una scintigrafia renale, con questo esame di imaging è possibile osservare la funzionalità complessiva e separata dei reni, in questo modo si può prevedere la presenza di eventuali danni parenchimali. Attraverso questo esame di medicina nucleare infatti è possibile valutare […]
    Continua..
  • Scintigrafia cuore: indicazioni e preparazioni da seguire

    Scintigrafia cuore per valutare la funzionalità del muscolo cardiaco L’indagine diagnostica della scintigrafica al cuore viene indicata quando si sospetta in un paziente la presenza di un’ischemia miocardica, oltre a permette di valutare la funzione globale o segmentaria del muscolo cardiaco. L’esame si esegue in diverse fasi che prendono le mosse dalla raccolta della storia […]
    Continua..
  • Scintigrafia cardiaca: traccianti adoperati e tempi d’esecuzione

    Scintigrafia cardiaca: quali radiofarmaci vengono impiegati Quest’esame di medicina nucleare, come tutti gli altri, si basa sullo studio della fissazione del tracciante utilizzato durante l’esecuzione della scintigrafia cardiaca sull’organo bersaglio sottoposto ad indagine, ossia sul muscolo miocardio, ma prima di fissarsi il radiofarmaco viene seguito durante  il suo passaggio nelle cavità del cuore. Per la […]
    Continua..