Quando si esegue la polisonnografia

Comment

Altri articoli

Quando si esegue la polisonnografia

Un test diagnostico come la polisonnografia (PSG) permette di registrare nei soggetti colpiti da disturbi del sonno l’andamento e le variazioni di alcuni parametri fisiologici durante le fasi REM (quando chi dorme fa dei rapidi movimenti oculari) e NON-REM (quando il sonno si fa più profondo). Nel corso di questa indagine, mentre il paziente dorme, si registrano alcuni parametri fisiologici fondamentali, utilizzando una particolare strumentazione che rileva le modificazioni che possono interessare l’attività cerebrale, muscolare, cardiaca, respiratoria ed autonomica che hanno luogo durante il sonno. Il test diagnostico permette la registrazione di parametri quali: russamento, apnee notturne, ipopnee, attività cerebrale, movimenti del corpo, movimenti del torace, mobilità addominale, ossigenazione del sangue, frequenza del battito cardiaco. Si ricorre alla polisonnografia per identificare eventuali alterazioni del ciclo sonno-veglia alla ricerca di un deficit o di un eccesso di sonno, inoltre con questo esame è possibile diagnosticare disturbi del sonno legati a specifiche malattie quali: apnee, sindrome delle gambe senza riposo, narcolessia. Per altre informazioni si rimanda alla lettura di: https://www.my-personaltrainer.it/salute-benessere/polisonnografia.html.

Pubblicità

Alcune indicazioni utili

polisonnografia

polisonnografia

Il registratore, che viene programmato tenendo conto delle abitudini del paziente, è semplice da impiegare per eseguire la polisonnografia che può essere svolta anche presso il domicilio del paziente, in modo da riprodurre il sonno in un contesto abituale; però si raccomanda di sottoporsi a tale esame in un centro ospedaliero che dispone di una stanza specifica che permette di monitorare l’attività notturna del paziente, si tratta di un . ambiente dotato di telecamere e sistema audio per la comunicazione tra paziente e personale medico. Prima di posizionare l’apparecchio per lo studio del sonno sul corpo, il paziente poche ore dall’esame non deve assumere alcolici e cibi o bevande contenenti caffeina che tendono ad alterare il sonno notturno, influenzando negativamente i risultati della polisonnografia. Il paziente, dopo il posizionamento del registratore e dei relativi sensori, non deve svolgere nessuna attività fisiche pesanti, come anche non deve fare bagni o docce fino alla mattina seguente.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.