Categoria articoli: Scintigrafia renale

Scintigrafia renale: precauzioni e controindicazioni nella scintigrafia renale sequenziale.

Scintigrafia surrenalica corticale quando si esegue

Scintigrafia surrenalica corticale quando si esegue Per diagnosticare eventuali malattie a carico della parte corticale delle ghiandole surrenali si esegue una scintigrafia surrenalica corticale, in genere questo esame strumentale viene eseguito quando si registra un’eccessiva produzione di cortisolo. Dal punto di vista anatomico le ghiandole surrenali disposte sopra i reni si compongono di due parti: […]
Continua..

Pubblicità

Scintigrafia renale sequenziale MAG3 quando si esegue

Scintigrafia renale sequenziale MAG3 quando si esegue Per conoscere la funzionalità di entrambi i reni nei neonati si ricorre alla scintigrafia renale MAG3 un esame non invasivo e da considerarsi non urgente, per questa ragione l’esame può essere pianificato nei primi sei mesi di vita. Questa indagine consiste nell’eseguire un’iniezione endovenosa di radioisotopo che viene filtrato e successivamente eliminato […]
Continua..

Pubblicità

Scintigrafia renale con Tc99m DMSA

Scintigrafia renale con Tc99m DMSA Per acquisire delle immagini dei reni utili per dimostrare la presenza di eventuali anomalie nel loro funzionamento e nella morfologia dell’organo, oppure per evidenziare danni, si esegue una scintigrafia renale con Tc99m DMSA, che di solito viene eseguita durante la fase acuta dell’infezione. Attraverso questo esame diagnostico è possibile rilevare […]
Continua..

Pubblicità

Scintigrafia renale funzionale modalità di esecuzione

Scintigrafia renale
Scintigrafia renale funzionale In ambito diagnostico si può far ricorso alla medicina nucleare per studiare forma, dimensioni, e funzionalità dei reni in tal caso si utilizza la scintigrafia renale funzionale. Per ottenere queste informazioni nel corso dell’esame al paziente viene somministrata per via endovenosa un tracciante radioattivo con la capacità di distribuirsi all’interno dei reni […]
Continua..

Pubblicità

Scintigrafia renale con DMSA  

Scintigrafia renale con DMSA Per verificare se i reni sono danneggiati o non funzionano in modo corretto viene eseguita una scintigrafia renale con DMSA, ossia adoperando come tracciante l’acido dimercaptosuccinico che permette di creare immagini dei reni. Attraverso l’acquisizione delle immagini si può valutare il funzionamento dei reni in quanto il DMSA è in grado di attraversare […]
Continua..

Pubblicità

Scintigrafia renale e reflusso vescico-ureterale

Scintigrafia renale: come si svolge In presenza si una condizione di reflusso vescico-ureterale si può far ricorso alla scintigrafia renale che permette di riscontrare questo disturbo. L’incontinenza della valvola uretero-vescicale si evidenzia nella fase della minzione in quanto la contrazione della parete vescicale determina la risalita del tracciante radioattivo negli ureteri offrendo così la possibilità […]
Continua..

Pubblicità

Scintigrafia renale statica per esaminare il parenchima renale funzionante

Scintigrafia renale statica: radiofarmaco ed informazioni Per esaminare il parenchima renale funzionante si adopera come esame diagnostico la scintigrafia renale statica, una metodica non invasiva che consiste nella somministrazione di un radiofarmaco capace di fissarsi nella zona corticale dei reni. Dopo la somministrazione del tracciante le immagini che vengono raccolte permettono di visualizzare la distribuzione […]
Continua..

Pubblicità

Scintigrafia renale sequenziale: le fasi di raccolta delle immagini

Scintigrafia renale sequenziale Tra le procedure di medicina nucleare che permettono di valutare la funzionalità dell’organo bersaglio ed il deflusso urinario si fa riferimento alla scintigrafia renale sequenziale che si serve delle proprietà dei radiofarmaci utilizzati nel corso dell’esame diagnostico: questi traccianti dopo essere captati dai reni vengono successivamente eliminati in modo proporzionale alla stessa […]
Continua..

Pubblicità

Scintigrafia renale: quali notizie offre

Scintigrafia renale: il tracciante adoperato Per valutare lo stato di salute dei reni viene eseguita una scintigrafia renale, con questo esame di imaging è possibile osservare la funzionalità complessiva e separata dei reni, in questo modo si può prevedere la presenza di eventuali danni parenchimali. Attraverso questo esame di medicina nucleare infatti è possibile valutare […]
Continua..

Pubblicità

Scintigrafia renale sequenziale come si esegue

Scintigrafia renale sequenziale: i traccianti impiegati Attraverso l’esecuzione dell’indagine diagnostica di scintigrafia renale sequenziale è possibile valutare il flusso sanguigno fino al rene, ma allo stesso modo l’esame permette di raccogliere informazioni sul funzionamento dei reni considerati singolarmente, consentendo anche di valutare il flusso urinario. Nel corso dell’esame vengono iniettati al paziente per endovena, dei […]
Continua..

Pubblicità