Teleradiografia del cranio quando si esegue

Comment

Altri articoli

Teleradiografia del cranio quando si esegue

Per studiare la morfologia di diverse strutture anatomiche della regione cranio-maxillo-facciale, si può eseguire la teleradiografia del cranio, che consiste in una radiografia della testa che permette di acquisire immagini utili per effettuare misurazioni precise delle diverse strutture e caratteristiche del cranio. Si ottiene in questo modo un’analisi cefalometrica da utilizzare soprattutto in ambito ortodontico e/o in vista di una riabilitazione chirurgica, si tratta infatti di uno studio che spesso affianca la panoramica dentaria preliminare ai trattamenti ortodontici. Questo esame radiologico si esegue da tre angolazioni: latero-laterale, postero-anteriore e assiale, nella maggior parte dei casi viene presa in considerazione la proiezione latero-laterale per l’analisi cefalometrica. I dati reperiti attraverso la teleradiografia del cranio forniscono alla figura dell’odontoiatra di disporre di una visione completa dell’anatomia della testa in modo da osservare se la posizione delle arcate dentarie è corretta e se i denti sono posizionati in modo regolare; le immagini acquisite sono utili inoltre per poter stabilire eventuali interventi correttivi in presenza di problemi (malocclusioni e morsi inversi). Grazie alla esecuzione della teleradiografia con angolazione postero-anteriore,  si ha la possibilità di visualizzare frontalmente l’intero cranio e così identificare la presenza di eventuali asimmetrie. Per altre informazioni si rimanda alla lettura di: http://www.humanitas.it/visite-esami/teleradiografia-cranio.

Pubblicità

Come si esegue

Teleradiografia del cranio

Teleradiografia del cranio

Nel corso della teleradiografia del cranio, al paziente viene fatto indossare un particolare accessorio: un grembiule di piombo che ha lo scopo di riparare il resto del corpo dalla propagazione delle radiazioni emesse. La posizione che viene fatta assumere al paziente è quella stazionaria in piedi all’interno del craniostato, che si serve di due prolungamenti inseriti ciascuno in un orecchio, questi dispositivo rendono possibile al soggetto di mantenere la posizione corretta e di mantenerla per tutta la durata per tutta la durata della teleradiografia. Nel corso dell’analisi, il paziente deve fare attenzione a guardare davanti a sé fissando l’orizzonte, assumendo la posizione dei denti stretti e delle labbra morbide, per poi restare immobile per 8-15 secondi.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.